Crostata salata furba con stracchino light, salmone e noci

seguimi su instagram

Una torta salata semplicissima
travestita da crostata
così da essere più bella ed elegante
magari per un’occasione di festa.
Quelle feste che faremo prestissimo, recuperando tutte
le occasioni perdute di questi giorni un pò tristi e solitari.
Un abbinamento di ingredienti davvero goloso,
i sapori che si sposano bene tra loro,
assolutamente senza burro e pochissimo olio,
le proteine e i grassi buoni.

Preparate gli ingredienti, vi assicuro che non ve ne pentirete.

INGREDIENTI

Per la pasta furba:

150 gr di farina integrale @farinaistinta
50 gr farina di piselli
5 gr cremor tartaro
2 gr bicarbonato
40 gr di latte vegetale
35 gr di olio di semi
120 gr di ricotta light
(o yogurt o philadelphia, regolando le farine)
pizzico di sale
paprika

Per il ripieno:
1 confezione di stracchino light, 160 gr
100 gr di salmone

Questa base di pasta l’ho preparata due volte,
sia con farina normale zero biologica (qui sopra)
sia con farina integrale (qui sotto);
come vedete cambia un pò la tonalità di verde dell’impasto
ma in ogni caso è riuscito perfetto e malleabile,
ottimo per una torta salata.

Se lo volete in versione dolce
non vi resta che cercare nel blog
“Torta di rose furba”
e lì troverete una ricetta simile ma appunto
in versione da colazione.

In una ciotola versare la ricotta e schiacciarla bene con una forchetta,
aggiungere l’olio e il latte vegetale,
mescolare ottenendo un composto liquido
a cui unire anche la farina e i lieviti setacciati.
Aggiungere anche le spezie, mescolare sempre in ciotola,

la pasta dovrebbe prendere consistenza
e staccarsi bene dalle pareti.
Trasferire in una spianatoia infarinata e impastare con le mani.
Stendere con l’aiuto di un mattarello su un foglio di carta da forno,
se vi sembra leggermente appiccicoso usate
una spolverata di farina sul mattarello
oppure un altro foglio di carta,
quindi stendere della dimensione un pò più larga della vostra tortiera.

Trasferire  l’impasto al suo interno posizionandola bene,
tirare su i bordi ed
eliminare la pasta in eccesso che poi ci servirà per l’intreccio.

Bucherellare la superficie con i rebbi di una forchetta,
stendere piano lo stracchino e poi distribuire il salmone
con una manciata di noci sbriciolate.

Cuocere in forno caldo a 180 gradi in modalità tradizionale
per una mezz’oretta.

Eccola qui, in versione cruda.
Di solito poi le frolle sono bellissime
appunto da crude ma una volta cotte,
diciamo la verità, perdono un pò di charme.

Questa qui stavolta, assolutamente no!

Eccola qui cotta,
ha mantenuto bene le forme
e anche la tonalità verde pastello
dorandosi solamente un pò.
?

Ecco anche l’interno goloso,
vi posso assicurare che è una vera delizia.
Divisa per quattro, qui è finita in dieci minuti per pranzo.

Ovviamente potete cambiare il ripieno
e sostituire la farina di piselli magari con quella di ceci
o anche usando un solo tipo di farina
regolandovi con l’impasto ovviamente.

Aspetto di vedere le vostre versioni,
mi trovate anche su Instagram
( sonietta_gipsysoul )
e sono sicura vi piacerà!

Un saluto dalla vostra insolita biondina,
baci,
Sonia
0 0 vote
Article Rating
Stampa

Portate: 1
Preparazione: 30 minuti circa
Cottura: mezz'ora
Difficoltà: grado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltà

Ingredienti:

  • Per la pasta furba: 150 gr di farina integrale
  • 50 gr farina di piselli
  • 5 gr cremor tartaro
  • 2 gr bicarbonato
  • 40 gr di latte vegetale
  • 35 gr di olio di semi
  • 120 gr di ricotta light (o yogurt o philadelphia, regolando le farine)
  • pizzico di sale
  • paprika
  • Per il ripieno: 1 confezione di stracchino light, 160 gr
  • 100 gr di salmone

Procedimento:

In una ciotola versare la ricotta e schiacciarla bene con una forchetta,
aggiungere l’olio e il latte vegetale,
mescolare ottenendo un composto liquido
a cui unire anche la farina e i lieviti setacciati.
Aggiungere anche le spezie, mescolare sempre in ciotola,
la pasta dovrebbe prendere consistenza
e staccarsi bene dalle pareti.
Trasferire in una spianatoia infarinata e impastare con le mani.
Stendere con l’aiuto di un mattarello su un foglio di carta da forno,
se vi sembra leggermente appiccicoso usate
una spolverata di farina sul mattarello
oppure un altro foglio di carta,
quindi stendere della dimensione un pò più larga della vostra tortiera.

Trasferire l'impasto al suo interno posizionandola bene,
tirare su i bordi ed eliminare la pasta in eccesso che poi ci servirà per l'intreccio.

Bucherellare la superficie con i rebbi di una forchetta,
stendere piano lo stracchino e poi distribuire il salmone
con una manciata di noci sbriciolate.

Cuocere in forno caldo a 180 gradi in modalità tradizionale
per una mezz'oretta.

Consigli utili:

Ovviamente potete cambiare il ripieno
e sostituire la farina di piselli magari con quella di ceci
o anche usando un solo tipo di farina
regolandovi con l'impasto ovviamente.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
contattami ora