Scones di quinoa bianca e uvetta

seguimi su instagram

Conoscete gli scones?

Sono dolcetti di origine scozzese molto amati anche in tutto il Regno Unito, da gustare al momento prezioso del thè; hanno la forma di piccole pagnottelle rotonde e vengono serviti interi da tagliare poi a metà e da riempire con la farcitura preferita.
Possono essere dolci o salati e nascono come piatto povero nei paesi anglosassoni, fatti con farina di avena e senza lievito per essere poi cotti su piastra.
Questi che vi propongo io però non sono come tutti gli altri scones: sono senza zucchero e senza uova e sono una variante tutta vegana ricchissima di fibre grazie alla quinoa e agli altri super ingredienti.
Io non li avevo mai preparati ma li vedevo spesso nel web e mi incuriosivano parecchio.
Poi complice il mio nuovo libro di pasticceria vegana di Dunja Gulin mi sono decisa a provarli e ho fatto benissino!
Ho trovato la sua ricetta perfettamente in linea con i miei principi in cucina, e sono molto felice di averli sfornati seguendo i suoi consigli.
Squisiti! 😍

Poi avevo della quinoa in dispensa quasi prossima alla scadenza ed è stata un’ulteriore spinta.
Ne ho cotta un pò e vi confesso che di seguito li ho preparati ben tre volte.
La quinoa è inserita nell’impasto e questo già fa la differenza, hanno un dolce naturale grazie all’uvetta e sono perfetti da accompagnare con una buona marmellata.
Per colazione o merenda, vi consiglio di farne una bella scorta, friabili, molto leggeri e salutari sapranno stupirvi per la loro semplice bontà 😍

INGREDIENTI

85 gr di quinoa bianca cotta
130 gr farina di farro
60 gr farina integrale
7-8 gr lievito
un goccio di pasta di vaniglia
pizzico di sale
45 gr di Vallè vegetale fredda
10-15 gr farina di mais per polenta (io ho usato quella bianca)
30 gr uvetta
25 gr sciroppo di agave o di riso

Per il buttermilk o latticello
110 ml latte di soia
mezzo cucchiaino di limone

PROCEDIMENTO

Cuocere la quinoa lavata e sciacquata in un pentolino con 250 ml circa di acqua e un pizzico di sale.
Abbassare la fiamma e lasciare a sobbollire per 20-25 minuti finchè la quinoa avrà assorbito tutta l’acqua, poi lasciare raffreddare.

Mettere in ammollo l’uvetta in un bicchiere d’acqua, poi strizzarla.

Preparare il buttermilk o latticello (questo passaggio è fondamentale per la morbidezza degli scones) quindi in un contenitore mescolare il latte di soia con il limone e lasciare riposare per 5-10 minuti.
L’ideale sarebbe usare l’aceto di sidro di mele ma io non ce l’avevo e ho fatto lo stesso con il limone.

In una ciotola setacciare le farine con il lievito e il sale.
Aggiungere la margarina vegetale e lavorare gli ingredienti rendendo l’impasto tutto briciole.
Ora aggiungere la quinoa fredda e la farina di mais mescolando bene.

Unire anche il latticello con l’uvetta e lo sciroppo di agave, mescolando delicatamente insieme gli ingredienti secchi e quelli liquidi ottenendo un impasto soffice.
Preparare una teglia rivestita di carta forno e formare gli scones facendo cadere delle cucchiaiate di impasto e modellando ognuna aiutandosi con le mani inumidite di acqua, posizionandole distanziate l’uno dall’altra.
All’incirca vi verranno 12-14 scones, a seconda della grandezza.

Cottura

Preriscaldare il forno a 200 gradi e cuocere per circa 15-20 minuti, da regolare poi in base al funzionamento del proprio forno e finchè saranno dorati e belli gonfi.
Lasciarli raffreddare in teglia, poi servirli tiepidi 😋
L’ideale infatti è servirli appena sfornati con una cucchiaiata di marmellata ma, una volta raffreddati, si possono conservare in una scatola chiusa e scaldare leggermente al momento di mangiarli.
Si conservano a lungo sempre morbidissimi e sono davvero favolosi ragazzi!

Hanno una consistenza diversa da ogni altro tipo di biscotto, friabili e leggeri, nutrienti e davvero molto salutari:
Non posso che invitarvi a provarli e se li rifate non dimenticate di farmelo sapere, vi raccomando!

Mi trovate anche su Instagram al profilo https://www.instagram.com/sonietta_gipsysoul/

Vi aspetto!
Alle prossime ricette.

Sonia

0 0 vote
Article Rating
Stampa

Portate: 14
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 15-20 minuti circa
Difficoltà: grado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltà

Ingredienti:

  • 85 gr di quinoa bianca cotta
  • 130 gr farina di farro
  • 60 gr farina integrale
  • 7-8 gr lievito
  • un goccio di pasta di vaniglia
  • pizzico di sale
  • 45 gr di Vallè vegetale fredda
  • 10-15 gr farina di mais per polenta (io ho usato quella bianca)
  • 30 gr uvetta
  • 25 gr sciroppo di agave o di riso
  • Per il buttermilk o latticello: 110 ml latte di soia
  • mezzo cucchiaino di limone

Procedimento:

Cuocere la quinoa lavata e sciacquata in un pentolino con 250 ml circa di acqua e un pizzico di sale.
Abbassare la fiamma e lasciare a sobbollire per 20-25 minuti finchè la quinoa avrà assorbito tutta l'acqua, poi lasciare raffreddare.

Mettere in ammollo l'uvetta in un bicchiere d'acqua, poi strizzarla.

Preparare il buttermilk o latticello (questo passaggio è fondamentale per la morbidezza degli scones) quindi in un contenitore mescolare il latte di soia con il limone e lasciare riposare per 5-10 minuti.
L'ideale sarebbe usare l'aceto di sidro di mele ma io non ce l'avevo e ho fatto lo stesso con il limone.

In una ciotola setacciare le farine con il lievito e il sale.
Aggiungere la margarina vegetale e lavorare gli ingredienti rendendo l'impasto tutto briciole.
Ora aggiungere la quinoa fredda e la farina di mais mescolando bene.

Unire anche il latticello con l'uvetta e lo sciroppo di agave, mescolando delicatamente insieme gli ingredienti secchi e quelli liquidi ottenendo un impasto soffice.
Preparare una teglia rivestita di carta forno e formare gli scones facendo cadere delle cucchiaiate di impasto e modellando ognuna aiutandosi con le mani inumidite di acqua, posizionandole distanziate l'uno dall'altra.
All'incirca vi verranno 12-14 scones, a seconda della grandezza.

Cottura

Preriscaldare il forno a 200 gradi e cuocere per circa 15-20 minuti, da regolare poi in base al funzionamento del proprio forno e finchè saranno dorati e belli gonfi.
Lasciarli raffreddare in teglia, poi servirli tiepidi 😋
L'ideale infatti è servirli appena sfornati con una cucchiaiata di marmellata ma, una volta raffreddati, si possono conservare in una scatola chiusa e scaldare leggermente al momento di mangiarli.
Si conservano a lungo sempre morbidissimi e sono davvero favolosi ragazzi!

Consigli utili:

L'ideale è servirli appena sfornati con la vostra marmellata preferita ma si possono conservare in una scatola chiusa e scaldare leggermente al momento di mangiarli.
Si conservano in frigo per parecchi giorni, chiusi in un contenitore ermetico senza perdere la loro morbidezza.
Non ho provato perchè son finiti presto ma anche congelarli può essere una soluzione, così da avere tante colazioni già pronte al mattino.
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
contattami ora