Carrot Cake al kefir

seguimi su instagram

E vabbè lo ammetto… Non l’avevo mai preparata…

Ma come si fa?
Una torta così sontuosa, alta, ricca, umida e golosissima da far paura ?
Ma ci sono, ho rimediato!

La mitica Carrot Cake, famosissima in America e in Inghilterra, un dolce particolare a base di carote e noci (o mandorle) e scenografico grazie ai suoi strati farciti di morbida crema bianca ma tutto sommato anche semplicissima da realizzare.
Se avete imparato a conoscermi almeno un pochino, potrete già immaginare che la mia versione non prevede l’utilizzo del burro e a forza di pensare a come farla, ne è uscita una delizia pazzesca.
Siete ancora convinti che serva panna e mascarpone per fare le cose golose?
Della farcia ne vado particolarmente fiera, poiché c’è il mio ingrediente preferito: il latte di cocco denso, quello in lattina, che mi permette sempre di creare cose magiche, magari unito allo yogurt e al Quark come in questo caso.
Beh allora vi invito a provare questo dolce, e poi fatemi sapere che ne pensate ?

Inoltre, grazie all’utilizzo dell’eritritolo, la mia Carrot Cake è anche a basso contento di zuccheri e ho inserito solo una parte di zucchero di cocco, per avere quel tocco profumato e ambrato che conferisce alle preparazioni.
Non avevo le noci, quindi ho utilizzato mandorle, che ci stanno benissimo!
E l’ingrediente speciale che dona morbidezza all’impasto, eccolo, è lui: il kefir.
Io lo adoro, davvero nei dolci fa la sua parte, è ricco di proteine e regala sofficità.

INGREDIENTI

Per l’impasto:

260 gr carote
2 uova
50 gr zucchero di cocco Nu3
50 gr eritritolo Nu3
50 gr olio di semi
25 gr mandorle
150 gr farina di farro
50 gr farina di avena
30 gr farina di mandorle
6 gr lievito + 2 gr bicarbonato
(2 cucchiai d’acqua)
50 gr kefir
cannella
vaniglia

Per la farcia:

100 di Quark light
1 vasetto di Fage 5% grassi, 170gr
25 gr eritritolo fine
100 gr latte di cocco denso in lattina

Per la superficie:

granella di mandorle

PROCEDIMENTO

Stampo da 18 cm

Lavare, pelare e asciugare le carote poi grattuggiarle e mettere da parte.
In una ciotola montare benissimo le uova con lo zucchero e l’eritritolo in modo da ottenere una crema gonfia e spumosa, unire l’olio a filo e montare ancora.
Sminuzzare le mandorle con un frullatore oppure con un coltello ma tenendole un pò grossolane, che si sentano i pezzetti, e versarle nella ciotola assieme alle carote, mescolando bene.

Unire anche la cannella, la vaniglia (io usato qualche goccia di quella in pasta) e le farine setacciate assieme agli agenti lievitanti, mescolare ancora fino ad amalgamare tutti gli ingredienti.
L’impasto risulta essere corposo, se serve unire 2 cucchiai d’acqua per diluire un pò e per ultimo aggiungere il kefir, mescolare e versare tutto nello stampo imburrato o foderato di carta forno.

Cottura

Preriscaldare il forno e cuocere in modalità tradizionale a 180 grammi per 40-45 minuti, sempre utile fare la prova stecchino per sicurezza anche se la torta al suo interno rimarrà comunque umida.

Sfornare e lasciare a raffreddare per una quindicina di minuti prima di togliere lo stampo a cerniera poi lasciare raffreddare ancora.
Se possibile farcire il giorno dopo o almeno quando la torta sarà ben fredda.

Come vedete in cottura è cresciuta tantissimo, soprattutto al centro quindi al momento di decorarla potete tagliare leggermente il cocuzzolo diciamo, così da avere il piano bello dritto (e così potete anche assaggiare com’è venuto l’impasto ??).

Ora prepararsi a farcirla e a decorarla!
In foto vi metto gli ingredienti che ho usato, così da avere un’idea, ma è tutto molto semplice.

Per il frosting basterà mixare semplicemente gli ingredienti tra loro e farcire a strati dopo averla tagliata in orizzontale, completando anche sul bordo e sulla superficie della torta.

Guarnire poi a piacere con granella di mandorle.

Che ve ne pare?
Su instagram, nei filmati al mio profilo https://www.instagram.com/sonia_gipsysoul/ potrete vedere veramente la sofficità di questa torta, così mi potrete credere se vi dico che è buonissima!

Quando farcite cercate di dividere la crema per gli strati e tenerne un pò da parte per il rivestimento finale.
Le mandorle ovviamente possono essere sostituite dalle noci, insomma va un pò a preferenze ?

Un altro consiglio poi è quello di utilizzare uno stampo piccolino, tipo 18-20 cm. In questo modo la torta si svilupperà in altezza e farà un effetto più imponente.

Spero vi ispiri amici!
Si presta benissimo anche per un dolce di compleanno, bello alto, magari con l’aggiunta di cacao nella farcia per una versione più cioccolatosa.
E se la rifate, fatemi sapere ?

Alle prossime ricette,
baci ?

Sonia

0 0 vote
Article Rating
Stampa

Portate: 1
Preparazione: 30 minui circa
Cottura: 45 minuti circa
Difficoltà: grado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltà

Ingredienti:

  • Per l'impasto: 260 gr carote
  • 2 uova
  • 50 gr zucchero di cocco Nu3
  • 50 gr eritritolo Nu3
  • 50 gr olio di semi
  • 25 gr mandorle
  • 150 gr farina di farro
  • 50 gr farina di avena
  • 30 gr farina di mandorle
  • 6 gr lievito + 2 gr bicarbonato
  • (2 cucchiai d’acqua)
  • 50 gr kefir
  • cannella
  • vaniglia
  • Per la farcia: 100 di quark light
  • 1 vasetto di Fage 5% grassi, 170gr
  • 25 gr eritritolo fine
  • 100 gr latte di cocco denso in lattina
  • Per la superficie: granella di mandorle per la superficie

Procedimento:

Stampo da 18 cm

Lavare, pelare e asciugare le carote poi grattuggiarle e mettere da parte.
In una ciotola montare benissimo le uova con lo zucchero e l’eritritolo in modo da ottenere una crema gonfia e spumosa, unire l’olio a filo e montare ancora.
Sminuzzare le mandorle con un frullatore oppure con un coltello ma tenendole un pò grossolane, che si sentano i pezzetti, e versarle nella ciotola assieme alle carote, mescolando bene.

Unire anche la cannella, la vaniglia e le farine setacciate assieme agli agenti lievitanti, mescolare ancora fino ad amalgamare tutti gli ingredienti.
L’impasto risulta essere corposo, se serve unire 2 cucchiai d’acqua per diluire un pò e per ultimo aggiungere il kefir, mescolare e versare tutto nello stampo imburrato o foderato di carta forno.

Cottura

Preriscaldare il forno e cuocere in modalità tradizionale a 180 grammi per 40-45 minuti, sempre utile fare la prova stecchino per sicurezza anche se la torta al suo interno rimarrà comunque umida.

Sfornare e lasciare a raffreddare per una quindicina di minuti prima di togliere lo stampo a cerniera poi lasciare raffreddare ancora.
Se possibile farcire il giorno dopo o almeno quando la torta sarà ben fredda.

Come vedete in cottura è cresciuta tantissimo, soprattutto al centro quindi al momento di decorarla potete tagliare leggermente il cocuzzolo diciamo, così da avere il piano bello dritto (e così potete anche assaggiare com'è venuto l'impasto ??).

Ora prepararsi a farcirla e a decorarla!
Per il frosting basterà mixare semplicemente gli ingredienti tra loro e farcire a strati dopo averla tagliata in orizzontale, completando anche sul bordo e sulla superficie della torta.
Guarnire poi a piacere con granella di mandorle.

Consigli utili:

- Usare uno stampo piccolo, tipo 18 cm così il dolce si svilupperà in altezza per un maggior effetto scenico.
- Per gli strati, tagliate la torta in orizzontale solo quando sarà completamente raffreddata, anche il giorno dopo se volete.
- Conservare sempre in frigorifero, in modo che il frosting resti bello solido.
- Il Fage 5% di grassi piuttosto che quello zero, dona più corposità alla crema, io ve lo consiglio.
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
contattami ora