Hot Cross Buns

seguimi su instagram

E prova anche le cose nuove… Potresti innamorartene ❤️

Per questa Pasqua avevo così tante idee e ricette in mente che come minimo sarebbe dovuta venire nel mese di luglio… E invece è arrivata e già se n’è andata ma insomma son contenta, l’ebbrezza della colomba l’ho provata e ho provato pure loro: Hot Cross Buns, visti e rivisti mille volte nel web e nei profili di tutti e che io ancora non avevo provato. Sono panini dolci, piccole focaccine aromatizzate con spezie di una bontà e di un profumo che no, mi spiace, non si può ben dire…
Il grano cotto è ancora in dispensa, per quello compro una vocale, cioè no, compro un mese in più… 😅 Ma sono sicura che mi inventerò qualche altra idea golosa per utilizzarlo.

Li conoscete?
Si dice che nel 1361 a Londra, un monaco avrebbe inventato la ricetta di questi panini, per donarli ai poveri nel giorno del Venerdì Santo.

Ora che mi ritrovo a scrivere la ricetta per fissare la bontà di questi pani, la Pasqua è già passata ma è ancora un pò nell’aria ecco, anche se in questi giorni diluvia e sembra essere ritornato l’inverno… Chi ci capisce qualcosa con il tempo è davvero bravo… A metà aprile è appena nevicato qui sulle nostre montagne venete 😱
Comunque via, io non li avevo mai fatti… 🤩 Di grande fascino per quella croce bianca sul petto simbolo di cristianità, speziati e super ricchi di uvetta e cannella, lucidati con sciroppo d’acero oppure marmellata appena usciti dal forno, la tradizione vuole che si preparino proprio il venerdì santo.

La ricetta meravigliosa è di Gabila @panedolcealcioccolato 🙏🏻♥️ Mi è subito piaciuta perchè con licoli, lievito madre in coltura liquida, solo io non ho usato burro ma poco olio e ho fatto quindi delle piccole modifiche nelle quantità e nella glassa bianca.
Appena sfornati sono qualcosa di veramente irresistibile!

INGREDIENTI per 15 panini

150 gr licoli rinfrescato
270-280 gr latte di soia
500 gr farina forte
70 gr zucchero muscovado
1 uovo
8 gr cannella
100-130 gr uvetta
buccia di limone
buccia d’arancia
25 gr olio di semi o di cocco
1 cucchiaino di Spumadoro (mix agrumi)
5 gr sale

(io ho usato la Robustum di Mulino Bertolo ma potete fare anche un mix con manitoba e una W350, regolandovi al limite con il grado di assorbimento. Vi consiglio vivamente di usato lo zucchero muscovado perchè è proprio grezzo e ha quel gusto particolare che profuma di caramello.)

PROCEDIMENTO

Per prima cosa mettere ad ammorbidire l’uvetta in acqua tiepida per circa un’oretta; poi al momento di inserire nell’impasto basterà strizzarla.

Dividere il rosso dal bianco dell’uovo.

Nella ciotola della planetaria sciogliete il lievito nel latte di soia tiepido, poi unire la farina setacciata, la cannella, il cucchiaino di Spumadoro, le bucce grattugiate degli agrumi, lo zucchero muscovado e l’albume. Mescolare gli ingredienti con un cucchiaio e poi trasferire in planetaria, azionando il gancio a bassa velocità; quando l’impasto inizia a formarsi e a essere pian piano liscio e compatto, unire il tuorlo tenuto da parte leggermente sbattuto e farlo assorbire, poco per volta; se necessario fare una pausa per non surriscaldare l’impasto poi a filo aggiungere l’olio e portare a incordatura. Alla fine unire l’uvetta e il sale, azionando piano finchè si distribuisce bene. Quando l’impasto è pronto, rovesciare sul piano appena infarinato, raccogliere al centro con l’aiuto di un tarocco e al limite rafforzarlo con una piega, poi trasferire in ciotola appena oleata e riporre chiusa con coperchio o pellicola a lievitare fino al suo raddoppio, in luogo caldo e asciutto.

Trascorso il tempo necessario, ci vorranno 4-6 ore, riprendere l’impasto e dividerlo in tante palline di circa 80 gr, io ne ho ottenute 15 perché avevo calcolato la disposizione anche in base alla teglia che avevo. Pirlare ognuna, se appiccica leggermente usare una spolverata di farina sulle mani e disporlo appunto sulla placca foderata di carta forno, lasciandole leggermente distanziate tra loro. Coprite con pellicola per alimenti e riporre ancora a lievitare al caldo fino al raddoppio, per circa 2 ore.

Mentre lievitano, potete preparare l’impasto bianco per le croci, vi basterà mescolare in una ciotola acqua e farina ottenendo una specie di colla, inserire in un sac à poche e tenere da parte.
Quando i buns saranno lievitati spennellare la superficie con il latte di soia, riprendere il sac à poche con la glassa e disegnare le classiche croci.

Cottura

Cuocere a 200°C per circa 25/30 minuti o finché gli hot cross buns risulteranno dorati.
Sfornare e spennellare i panini ancora caldi con lo sciroppo d’acero appena diluito con l’acqua. Potete utilizzare anche miele o della marmellata di albicocche diluita in poca acqua calda, l’importante è lucidare bene la superficie.
Questa operazione è faticosissssssima… perchè sotto al naso avrete un profumo a dir poco inebriante!

Tutti i video li trovate qui, alla mia pagina Instagram https://www.instagram.com/sonietta_gipsysoul/

S T R E P I T O S I !!!

Credo sia una delle ricette che più mi ha colpito per il profumo meraviglioso che emettono questi panini. Sarà la dolcezza delle uvette, sarà lo sciroppo d’acero che rende lucido e saporito ogni panino, sarà che esteticamente appaiono davvero affascinati, sarà il significato di fratellanza e amicizia che racchiudono…
Oppure sarà che sono buonissimi e io sono davvero entusiasta di essere riuscita finalmente a prepararli, ma questi Hot Cross Buns sono speciali!

Lo so che Pasqua è passata e ormai ci vuole un altro anno per il prossimo venerdì santo, ma per gustarli a colazione io vi consiglio di non attendere poi così tanto!

Buona colazione

Besitos amiguitos 🐣💋

0 0 vote
Article Rating
Stampa

Portate: 1
Preparazione: 20 minuti circa + il tempo di riposo
Cottura: 30 minuti
Difficoltà: grado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltà

Ingredienti:

  • 150 gr licoli rinfrescato
  • 270-280 gr latte di soia
  • 500 gr farina forte
  • 70 gr zucchero muscovado
  • 1 uovo
  • 8 gr cannella
  • 100-130 gr uvetta
  • buccia di limone
  • buccia d'arancia
  • 25 gr olio di semi o di cocco
  • 1 cucchiaino di Spumadoro (mix agrumi)
  • 5 gr sale

Procedimento:

(Io ho usato la Robustum di Mulino Bertolo ma potete fare anche un mix con manitoba e una W350, regolandovi al limite con il grado di assorbimento. Vi consiglio vivamente di usato lo zucchero muscovado perchè è proprio grezzo e ha quel gusto particolare che profuma di caramello.)

Per prima cosa mettere ad ammorbidire l’uvetta in acqua tiepida per circa un’oretta; poi al momento di inserire nell'impasto basterà strizzarla.

Dividere il rosso dal bianco dell'uovo.

Nella ciotola della planetaria sciogliete il lievito nel latte di soia tiepido, poi unire la farina setacciata, la cannella, il cucchiaino di Spumadoro, le bucce grattugiate degli agrumi, lo zucchero muscovado e l’albume. Mescolare gli ingredienti con un cucchiaio e poi trasferire in planetaria, azionando il gancio a bassa velocità; quando l’impasto inizia a formarsi e a essere pian piano liscio e compatto, unire il tuorlo tenuto da parte leggermente sbattuto e farlo assorbire, poco per volta; se necessario fare una pausa per non surriscaldare l'impasto poi a filo aggiungere l'olio e portare a incordatura. Alla fine unire l'uvetta e il sale, azionando piano finchè si distribuisce bene. Quando l'impasto è pronto, rovesciare sul piano appena infarinato, raccogliere al centro con l'aiuto di un tarocco e al limite rafforzarlo con una piega, poi trasferire in ciotola appena oleata e riporre chiusa con coperchio o pellicola a lievitare fino al suo raddoppio, in luogo caldo e asciutto.

Trascorso il tempo necessario, ci vorranno 4-6 ore, riprendere l'impasto e dividerlo in tante palline di circa 80 gr, io ne ho ottenute 15 perché avevo calcolato la disposizione anche in base alla teglia che avevo. Pirlare ognuna, se appiccica leggermente usare una spolverata di farina sulle mani e disporlo appunto sulla placca foderata di carta forno, lasciandole leggermente distanziate tra loro. Coprite con pellicola per alimenti e riporre ancora a lievitare al caldo fino al raddoppio, per circa 2 ore.

Mentre lievitano, potete preparare l'impasto bianco per le croci, vi basterà mescolare in una ciotola acqua e farina ottenendo una specie di colla, inserire in un sac à poche e tenere da parte.
Quando i buns saranno lievitati spennellare la superficie con il latte di soia, riprendere il sac à poche con la glassa e disegnare le classiche croci.

Cottura

Cuocere a 200°C per circa 25/30 minuti o finché gli hot cross buns risulteranno dorati.
Sfornare e spennellare i panini ancora caldi con lo sciroppo d’acero appena diluito con l’acqua. Potete utilizzare anche miele o della marmellata di albicocche diluita in poca acqua calda, l'importante è lucidare bene la superficie.
Questa operazione è faticosissssssima... perchè sotto al naso avrete un profumo a dir poco inebriante!

Tutti i video li trovate qui, alla mia pagina Instagram https://www.instagram.com/sonietta_gipsysoul/

Consigli utili:

Potete farcirli con creme spalmabili, cioccolata o marmellata, ottimi consumati tiepidi quindi al mattino basta passarli un attimo in microonde o in forno, altrimenti si possono congelare.
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
contattami ora