Pane pizza integrale alla paprika

seguimi su instagram

Ho imparato che il pane è uno spazio vuoto, un foglio bianco, una pagina da scrivere, una poesia nuova da comporre, una canzone da inventare.

Ho imparato che il pane lievita piano, coi suoi tempi ma poi esplode, coi suoi profumi.

Ho imparato che il pane è un mondo, fascinopotenteeterapeutico e insegna sempre qualcosa se hai voglia di imparare.

Questa mio ultimo pane è davvero gustoso.
Integrale, rossiccio come il mio gatto, rustico, croccantello e saporito, con quel gusto inconfondibile di… PIZZA! Però un pò piccantino.

Niente. Ho imparato ad amare il pane.

La mia ricetta dei grissini al gusto pizza è una delle più gettonate, specialmente quando si ha un pò di lievito che avanza, una di quelle ricette che ormai faccio a occhi chiusi e che riesce sempre. Me ne danno conferma ogni volta i miei figli qui a casa perchè spariscono nel giro di qualche ora… Quindi mi son detta: allora ci faccio un pane al gusto pizza, vediamo se almeno dura un pò di più…

Ahahahahah…

E ho voluto provare, mixando farine buone e inserendo sia nell’impasto che nella fase di laminazione, il concentrato di pomodoro. Ho aggiunto una bella spolverata di paprika e origano per un risultato davvero strepitoso, un sapore ricco e piccante al punto giusto, quel tocco che incanta e quel profumo irresistibile di pizza… che fa terminare l’intera pagnotta in un battibaleno!

🍕🍕🍕

INGREDIENTI

200 gr Farina Futura la Croccante
100 gr farina integrale @farinaistinta
50 gr farina Caputo Blu pizzeria
100 gr licoli
240 gr acqua
10 gr sale + 10 gr acqua
35 gr concentrato di pomodoro
paprika

PROCEDIMENTO

Io l’ho fatto a mano ma potete impastare in planetaria.

Quindi al mattino preparare rinfrescato il licoli e aspettare il raddoppio. Intorno a mezzogiorno sarà pronto quindi mescolare in una ciotola l’acqua e il licoli, unire il concentrato di pomodoro e mescolare bene finchè si scioglie. Setacciare in ciotola le farine e amalgamare gli ingredienti con un cucchiaio, per ultimo unire il sale con gli ultimi 10 gr di acqua. Farlo assorbire, passando a utilizzare le mani direttamente il ciotola ma senza stressare l’impasto, poi chiudere con coperchio o pellicola e lasciare riposare per 30 minuti.
Eseguire 3 pieghe a distanza di circa 30 minuti ognuna, sempre in ciotola. L’ultima piega eseguire un leggero slap &fold, poi versare l’impasto in una ciotola quadrata appena unta di olio, chiudere con coperchio e lasciare in luogo caldo e asciutto per il raddoppio.

Verso ora di cena sarà pronto quindi riprendere, versare sul piano appena infarinato e allargare tirando delicatamente i lembi fino a formare un grande rettangolo per la fase di laminazione. L’impasto è bello morbido e legato quindi si maneggia facilmente. Una volta bel allargato distribuire sopra ciuffetti di concentrato di pomodoro, l’origano e una bella spolverata di paprika. Ora richiudere portando i lati esterni in orizzontale verso il centro, distribuire ancora un pò di pomodoro poi richiudere dal senso opposto, ottenendo un grande cilindro arrotolato. Lasciare a rilassare a campana per una mezz’ora poi proseguire a formare il pane. Riporre con cucitura all’insù nel cestino di lievitazione bello insemolato, chiudere con telo di cotone e dentro un sacchetto, riporre in frigo per tutta la notte.
Il mattino seguente, trascorse quindi 9-12 ore, è pronto per la cottura.
Preriscaldare il forno a 230 gradi con pentola dentro.

Nelle foto avete sempre la sequenza e la metamorfosi della pagnotta.
Per decorare ho usato uno stencil per alimenti, ritoccando col pennello dove necessario.

Cottura

Rovesciare l’impasto su carta forno della misura della pentola, eseguire il disegno spolverando lo stencil con la semola, fare il taglio più grande e via a cuocere: i primi 20 minuti a 230 gradi coperto, poi togliere il coperchio cuocere a 200 gradi per altri 20 minuti. Abbassare ancora a 180 gradi per altri 10 minuti sempre con funzione “pane” se il vostro forno ne dispone oppure con il classico sistema del pentolino d’acqua, che poi bisogna togliere. Continuare la cottura altri 10 minuti con funzione ventilata. Procedere all’asciugatura lasciando lo sportello aperto per altri 10-15 minuti, scalando un pò la temperatura.

Una volta cotto lasciare raffreddare bene in verticale su una gratella. Un profumo meraviglioso avrà già invaso la vostra casa e l’attesa sarà dura!!
Quando arriva il momento però… ♥️
Leggerissimo, rustico, croccantello fuori e saporito di pizza: una favola!
Potete tagliarlo tutto a fette se non viene consumato e conservarle in un sacchetto di carta ben chiuso o in un sacchetto alimentare, oppure congelarle.
Al momento di mangiare passatele un attimo in forno o come faccio io per praticità, nel tostapane qualche minuto. Sarà come aver appena sfornato il pane e riaffiorerà ancora il suo prezioso profumo.

Se lo rifate, fatemi sapere e vi aspetto su Instagram. Citatemi e taggatemi nei vostri post così vi vedo.

E comunque… Non so se siete d’accordo con me ma… Pane olio e origano Patrimonio dell’Umanità!
Buon pane a tutti amici, che la voglia di panificare non si esaurisca mai ❤️

Besitos, Sonia ?

0 0 vote
Article Rating
Stampa

Portate: 1
Preparazione: 15 minuti circa + i tempi di pieghe e il riposo notturno
Cottura: 1 ora circa
Difficoltà: grado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltà

Ingredienti:

  • 200 gr Farina Futura la Croccante
  • 100 gr farina integrale FarinaIstinta
  • 50 gr farina Caputo Blu pizzeria
  • 100 gr licoli
  • 240 gr acqua
  • 10 gr sale + 10 gr acqua
  • 35 gr concentrato di pomodoro
  • paprika

Procedimento:

Io l’ho fatto a mano ma potete impastare in planetaria.

Quindi al mattino preparare rinfrescato il licoli e aspettare il raddoppio. Intorno a mezzogiorno sarà pronto quindi mescolare in una ciotola l'acqua e il licoli, unire il concentrato di pomodoro e mescolare bene finchè si scioglie. Setacciare in ciotola le farine e amalgamare gli ingredienti con un cucchiaio, per ultimo unire il sale con gli ultimi 10 gr di acqua. Farlo assorbire, passando a utilizzare le mani direttamente il ciotola ma senza stressare l'impasto, poi chiudere con coperchio o pellicola e lasciare riposare per 30 minuti.
Eseguire 3 pieghe a distanza di circa 30 minuti ognuna, sempre in ciotola. L’ultima piega eseguire un leggero slap &fold, poi versare l’impasto in una ciotola quadrata appena unta di olio, chiudere con coperchio e lasciare in luogo caldo e asciutto per il raddoppio.

Verso ora di cena sarà pronto quindi riprendere, versare sul piano appena infarinato e allargare tirando delicatamente i lembi fino a formare un grande rettangolo per la fase di laminazione. L'impasto è bello morbido e legato quindi si maneggia facilmente. Una volta bel allargato distribuire sopra ciuffetti di concentrato di pomodoro, l'origano e una bella spolverata di paprika. Ora richiudere portando i lati esterni in orizzontale verso il centro, distribuire ancora un pò di pomodoro poi richiudere dal senso opposto, ottenendo un grande cilindro arrotolato. Lasciare a rilassare a campana per una mezz'ora poi proseguire a formare il pane. Riporre con cucitura all’insù nel cestino di lievitazione bello insemolato, chiudere con telo di cotone e dentro un sacchetto, riporre in frigo per tutta la notte.
Il mattino seguente, trascorse quindi 9-12 ore, è pronto per la cottura.
Preriscaldare il forno a 230 gradi con pentola dentro.

Nelle foto avete sempre la sequenza e la metamorfosi della pagnotta.
Per decorare ho usato uno stencil per alimenti, ritoccando col pennello dove necessario.

Cottura

Rovesciare l’impasto su carta forno della misura della pentola, eseguire il disegno spolverando lo stencil con la semola, fare il taglio più grande e via a cuocere: i primi 20 minuti a 230 gradi coperto, poi togliere il coperchio cuocere a 200 gradi per altri 20 minuti. Abbassare ancora a 180 gradi per altri 10 minuti sempre con funzione "pane" se il vostro forno ne dispone oppure con il classico sistema del pentolino d'acqua, che poi bisogna togliere. Continuare la cottura altri 10 minuti con funzione ventilata. Procedere all’asciugatura lasciando lo sportello aperto per altri 10-15 minuti, scalando un pò la temperatura.

Consigli utili:

Una volta cotto lasciare raffreddare bene in verticale su una gratella. Un profumo meraviglioso avrà già invaso la vostra casa e l'attesa sarà dura!!
Quando arriva il momento però... ♥️
Leggerissimo, rustico, croccantello fuori e saporito di pizza: una favola!
Potete tagliarlo tutto a fette se non viene consumato e conservarle in un sacchetto di carta ben chiuso o in un sacchetto alimentare, oppure congelarle.
Al momento di mangiare passatele un attimo in forno o come faccio io per praticità, nel tostapane qualche minuto. Sarà come aver appena sfornato il pane e riaffiorerà ancora il suo prezioso profumo.

Se lo rifate, fatemi sapere e vi aspetto su Instagram. Citatemi e taggatemi nei vostri post così vi vedo.
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
contattami ora