Pancarrè bianco e soffice

seguimi su instagram

Li.Co.Li - Lievitati - Pane | -

Non che i precedenti tentativi di semplice pancarrè fossero venuti male eh, anzi erano piuttosto buoni.
Ma secondo me mancava qualcosa… Quel qualcosa per dire… perfetto.
Poi ci ho riprovato ancora e con questo nuovo pane e la sua morbidezza, beh si.. Per me è centro!! 💘
Non contiene burro, veramente poco olio ed è leggerissimo.
Sempre qui nel blog trovate anche la versione proteica del pan bauletto agli albumi che vi consiglio di provare perchè davvero ottima, (ecco vi rimetto qui il link diretto https://linsolitobonbon.it/panbauletto-di-farro-e-avena-con-albumi-e-semi-di-lino/  ) e se ora volete sbizzarrirvi con un semplicissimo pane bianco in cassetta, ecco qui la mia ricetta perfetta per conquistare tutti a casa!
Io l’ho già preparato due volte poiché qui è diventata la nuova gettonata richiesta 😍

Vi stupirà sapere che si può realizzare in giornata, partendo al mattino di buon’ora potrete sfornare in serata questa delicatezza da mettere in tavola, come ho fatto io.
Se invece avete più tempo a disposizione, potete sempre aggiungere il riposo notturno quindi mettendo l’impasto in massa in frigo per 8-10 ore e il giorno seguente procedere come da ricetta, insomma facile da gestire in base alle vostre esigenze. Come vedete dalle foto del procedimento un pò gialle scattate in cucina, io l’ho sfornato verso sera che ormai non c’era più luce, mentre il giorno dopo ho fatto le foto ufficiali ed era ancora super morbido!
Per partire basterà preparare il Water Roux, già l’avete incontrato anche questo in altre ricette qui nel blog, detto anche Tang Zhong, una sorta di pre-impasto a base di acqua e farina che ci permetterà di conferire sofficità al pane.
Preparate ingredienti e le mani pulite che si parte, scopriamo insieme come realizzarlo!

N.B. Se non avete licoli potete realizzare la ricetta preparando un poolish 10-12 ore prima di iniziare l’impasto, con 50 gr di farina, 50 gr di acqua e 1,5 gr di lievito di birra fresco. Mescolare bene e lasciar riposare finchè non aumenta fino al massimo del suo volume e inizia a mostrare un avvallamento verso l’interno. Questo in pratica andrà a sostituire il licoli rinfrescato, poi basta proseguire con la ricetta nello stesso modo.
Se avete lievito di birra basteranno 5-6 grammi di quello fresco e 3 grammi di quello secco.

INGREDIENTI

Per il Water Roux:

25 gr farina per lievitati W350 (io Molino Denti)
125 gr di acqua

Per l’impasto:

tutto il Water Roux
400 gr farina per lievitati W350 (io Molino Denti)
100 gr di licoli
100 gr acqua
50 gr latte scremato
2 cucchiai olio di semi (12-15 gr)
6 gr sale
semi di sesamo per la superficie

PROCEDIMENTO

N.B. Tutti gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente.

Rinfrescare il licoli al mattino presto e attendere il raddoppio.

Nel frattempo preparare anche il Water Roux, quindi in un pentolino unire l’acqua e la farina, mescolando bene con una frusta per non formare grumi, porre sul fuoco e mescolare ancora.
Una volta raggiunta la temperatura di 65 °C, (si può misurare con un termometro da cucina) oppure controllare la consistenza che diventa gelatinosa e quasi trasparente (non deve bollire); quando è molto simile a una besciamella dovrete togliere il pentolino dal fuoco, coprire con pellicola alimentare e lasciarlo raffreddare. In questo modo non si seccherà la superficie.

N.B. Il Water Roux si utilizza una volta freddo oppure si può conservare in frigo per qualche giorno.

Bene, ritorniamo al procedimento, quando saranno trascorse le ore necessarie per avere il licoli bello rinfrescato (di solito tre ore e mezza, quattro) iniziare la preparazione.

Nella ciotola della planetaria sciogliere il licoli nell’acqua e latte, unire il Water Roux e farlo sciogliere bene.
Setacciare e unire anche la farina mescolando con un cucchiaio poi mettere in planetaria azionando a libello basso.

Unire un pò alla volta l’olio e farlo assorbire, a seguire anche il sale, continuando a impastare finchè la massa si aggrappa al gancio e le pareti della ciotola diventeranno sempre più lucide, ottenendo un composto incordato.
Rovesciare sul piano di lavoro e impastare con le mani per qualche minuto in modo da rassodare l’impasto poi trasferire in un contenitore oleato da riporre in luogo caldo e asciutto fino a quasi il raddoppio.
Qui il tempo necessario può variare dalle tre alle sei ore, a seconda della temperatura presente in casa e dalla forza del vostro lievito, basta avere un pò di pazienza.

Vi lascio di seguito la sequenza illustrata dei vari passaggi.

Una volta pronto capovolgere l’impasto sul piano e stagliare in tre pezzi, formando ognuno a pagnottina da posizionare all’interno dello stampo a cassetta.
Chiudere e lasciar lievitare ancora per circa due ore (sempre in relazione alla temperatura e al lievito), fino a che vedrete visivamente l’impasto gonfiato e quasi arrivato a pochi centimetri dal bordo.

Spennellare la superficie con un pò d’acqua o latte e distribuire i semini di sesamo.
Preriscaldare il forno a 170 gradi.

Cottura

In forno con funzione tradizionale a 170 gradi per 40 minuti, mettendo un cubetto di ghiaccio sul fondo; poi passare alla modalità ventilata a 170 gradi con sportello aperto togliendo il pane dallo stampo per altri 10-13 minuti, in modo da farlo asciugare bene. Una volta sfornato poi, lasciare raffreddare su una gratella.

Eccolo qui!
Oh mamma mia… Ma si vede che è morbido?
Ogni fetta è un insieme di sapore e sofficità, è strepitoso ragazzi, provatelo!
Che cosa ci spalmereste sopra?

Avendo poco sale vi avverto che si presta benissimo sia per la versione dolce che per quella salata, quindi ci si può sbizzarrire!

Conservate il vostro pancarrè in un sacchetto di carta ben chiuso poi messo dentro a un contenitore ermetico oppure dentro a un altro sacchetto, sempre ben chiuso.
Se non lo consumate tutto subito, consiglio di affettarlo e congelare le fette, al momento di mangiarle basterà passarle nel tostapane per qualche minuto, oppure in microonde per pochi secondi e il pane sarà ancora super fragrante!
Ottimo per fare panini e toast, sia dolci che salati, spettacolare anche per french toast a colazione, oppure con marmellata o creme spalmabili, insomma delizioso in tutte le salse 🙂
E se lo rifate aspetto un vostro prezioso cenno di riscontro, vi raccomando!

Mi trovate anche su Instagram al profilo https://www.instagram.com/sonietta_gipsysoul/

Vi aspetto!

Un caro saluto profumato di pane, e alle prossime ricette.

Sonia

0 0 vote
Article Rating
Stampa

Portate: 1
Preparazione: 25 minuti circa + i tempi di riposo per la lievitazione
Cottura: 40 minuti circa
Difficoltà: grado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltà

Ingredienti:

  • per il Water Roux: 25 gr farina per lievitati W350 (io Molino Denti)
  • 125 gr di acqua
  • Per l’impasto: il Water Roux
  • 400 gr farina per lievitati W350 Molino Denti
  • 100 gr di licoli
  • 100 gr acqua
  • 50 gr latte scremato
  • 15 gr olio di semi (2 cucchiai)
  • 6 gr sale
  • semi di sesamo per la superficie

Procedimento:

N.B. Tutti gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente.

Rinfrescare il licoli al mattino presto e attendere il raddoppio.

Nel frattempo preparare anche il Water Roux, quindi in un pentolino unire l'acqua e la farina, mescolando bene con una frusta per non formare grumi, porre sul fuoco e mescolare ancora.
Una volta raggiunta la temperatura di 65 °C, (si può misurare con un termometro da cucina) oppure controllare la consistenza che diventa gelatinosa e quasi trasparente (non deve bollire); Quando è molto simile a una besciamella dovrete togliere il pentolino dal fuoco, coprire con pellicola alimentare e lasciarlo raffreddare. In questo modo non si seccherà la superficie.

N.B. Il Water Roux si utilizza una volta freddo oppure conservarlo in frigo per qualche giorno.

Bene, ritorniamo al procedimento, quando saranno trascorse le ore necessarie per avere il licoli bello rinfrescato (di solito tre ore e mezza, quattro) iniziare la preparazione.

Nella ciotola della planetaria sciogliere il licoli nell’acqua e latte, unire il Water Roux e farlo sciogliere bene.
Setacciare e unire anche la farina mescolando con un cucchiaio poi mettere in planetaria azionando a libello basso.

Unire un pò alla volta l’olio e farlo assorbire, a seguire anche il sale, continuando a impastare finchè la massa si aggrappa al gancio e le pareti della ciotola diventeranno sempre più lucide, ottenendo un composto incordato.
Rovesciare sul piano di lavoro e impastare con le mani per qualche minuto in modo da rassodare l’impasto poi trasferire in un contenitore oleato da riporre in luogo caldo e asciutto fino a quasi il raddoppio.
Qui il tempo necessario può variare dalle tre alle sei ore, a seconda della temperatura presente in casa e dalla forza del vostro lievito, basta avere un pò di pazienza.

Vi lascio di seguito la sequenza illustrata dei vari passaggi.

Una volta pronto capovolgere l’impasto sul piano e stagliare in tre pezzi, formando ognuno a pagnottina da posizionare all’interno dello stampo a cassetta.
Chiudere e lasciar lievitare ancora per circa due ore (sempre in relazione alla temperatura e al lievito), fino a che vedrete visivamente l’impasto gonfiato e quasi arrivato a pochi centimetri dal bordo.

Spennellare la superficie con un pò d'acqua e coprire di semini di sesamo.
Preriscaldare il forno a 170 gradi.

Cottura

In forno con funzione tradizionale a 170 gradi per 40 minuti, mettendo un cubetto di ghiaccio sul fondo; poi passare alla modalità ventilata a 170 gradi con sportello aperto togliendo il pane dallo stampo per altri 10-13 minuti, in modo da farlo asciugare bene.
Una volta sfornato poi, lasciare raffreddare su una gratella.

Consigli utili:

Conservate il vostro pancarrè in un sacchetto di carta ben chiuso poi messo dentro a un contenitore ermetico oppure un altro sacchetto, sempre ben chiuso.
Se non lo consumate tutto subito, consiglio di affettarlo e congelare le fette, al momento di mangiarle basterà passarle nel tostapane per qualche minuto, oppure in microonde per pochi secondi e il pane sarà ancora super fragrante!
Ottimo per fare panini e toast, sia dolci che salati, spettacolare anche per french toast a colazione, oppure con marmellata o creme spalmabili, insomma delizioso in tutte le salse :-)
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
contattami ora