Naked Cake light per la Festa della Mamma

seguimi su instagram

Maggio è un mese bellissimo per me.
Intanto non c’è la R e come riportano gli antichi detti di una volta, nei mesi senza erre sui può iniziare a prendere il sole.
Una leggera tintarella anche solo andando a correre fuori, ti fa in viso quel velo color cioccolato che a guardarti allo specchio ti piaci un pochino di più.
Poi è il mese in cui mi sono sposata, il mese in cui si sono sposati i miei genitori e pure uno dei miei fratelli.
Fioriscono le rose, l’aria diventa più tiepida, le giornate più lunghe e tutto fa pensare alla prossima nuova estate…
Ah si, c’è pure la Festa della Mamma!  ❤️

Insomma, MAGGIO è un mese intenso. E pensando a un dolce per la seconda domenica del mese e per tutte le mamme, ho elaborato questo: una torta appariscente e un pò sontuosa, un pò chiffon cake un pò naked cake, golosa ma sempre leggera come tutte le preparazioni qui sul blog, senza burro nè zucchero quindi piuttosto contenuta anche a livello di calorie come piace tanto a me.
E credetemi, si può! Non vuol dire che è meno delizioso, anzi. Poi con un trionfo di frutti rossi e una cascata di finta panna, rendiamo tutto ancora più elegante!

INGREDIENTI per uno stampo da 17 cm di diametro

170 gr farina di farro
50 gr farina di mandorle Nu3
110 gr eritritolo Nu3
180 gr albume
130 gr circa di lamponi freschi
150 gr latte di riso
50 gr olio di semi
1 limone non trattato
50 gr succo di limone
6 gr cremor tartaro o lievito

Per la farcia:

1 cucchiaio di marmellata light
4-5 amaretti
230 gr di Quark light
2 gr agar agar
15 gr eritritolo
2 cucchiai di latte di riso

PROCEDIMENTO

Grattuggiare la buccia di limone in una ciotola e spremerne il succo. Se non dovessero essere 50 grammi, prendere un altro limone.

Mescolare la buccia grattuggiata e il succo del limone con l’eritritolo, unire l’olio continuando a mescolare. Unire le farine setacciate con il cremor tartaro, alternandole al latte fino a miscelare bene.
Si ottiene un composto piuttosto denso e appiccicoso, utilizzare al limite le fruste per amalgamare bene.

Montare gli albumi a neve fermissima e incorporarli lentamente al composto, fino a farlo diventare liscio e omogeneo.

Preparare lo stampo foderato di carta forno (io ne ho usato uno da 17 cm di diametro), versare metà impasto poi distribuire i lamponi. Ricoprire con il restante composto, livellare bene e cuocere in forno a 170 gradi per circa un’ora, un’ora e dieci minuti, da regolare con il proprio forno.

Sfornare, aspettare una decina di minuti poi capovolgere la torta su una gratella.

Per la farcia:

Mettere due cucchiai di latte di riso in un pentolino e farlo appena scaldare, unire la polvere di agar agar e farla sciogliere, poi versarla in un mixer con il Quark e l’eritritolo. Frullare tutto a ottenere una specie di panna.

Spennellare la torta con il cucchiaio di marmellata, (il gusto che avete o che preferite) e sbriciolare sopra gli amaretti.
Poi distribuire sulla superficie la finta panna e decorare con frutti rossi e foglioline di menta.

Riporre in frigo.

Ecco qui, un dolcetto per niente male!
Fresco, ricco di proteine, con la cremosità dello yogurt e tanta buona frutta fresca, vi offro una fetta in questo giorno speciale!
Conservatelo in frigo, sapete che l’agar agar assume consistenza man mano che si raffredda quindi la copertura bianca assomiglierà veramente a una panna buonissima.
Completare con qualche fogliolina verde di menta, che ci sta sempre bene.

Potete usare anche uno stampo più largo, la torta verrà semplicemente un pò più bassa.
Fare comunque sempre la prova stecchino per vedere se al centro è cotta bene.

Buona domenica a tutti!
E un saluto speciale a tutte le mamme del mondo ♥️

Baci
Sonia

Buona giornata 💋
Sonia

0 0 vote
Article Rating
Stampa

Portate: 1
Preparazione: 15 minuti circa. Da fare in giornata.
Cottura: senza cottura
Difficoltà: grado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltà

Ingredienti:

  • 170 gr farina di farro
  • 50 gr farina di mandorle Nu3
  • 110 gr eritritolo Nu3
  • 180 gr albume
  • 130 gr circa di lamponi freschi
  • 150 gr latte di riso
  • 50 gr olio di semi
  • 1 limone non trattato
  • 50 gr succo di limone
  • 6 gr cremor tartaro o lievito
  • Per la farcia: 1 cucchiaio di marmellata light
  • 4-5 amaretti
  • 230 gr di Quark light
  • 2 gr agar agar
  • 15 gr eritritolo
  • 2 cucchiai di latte di riso

Procedimento:

PROCEDIMENTO

Grattuggiare la buccia di limone in una ciotola e spremerne il succo. Se non dovessero essere 50 grammi, prendere un altro limone.

Mescolare la buccia grattuggiata e il succo del limone con l'eritritolo, unire l'olio continuando a mescolare. Unire le farine setacciate con il cremor tartaro, alternandole al latte fino a miscelare bene.
Si ottiene un composto piuttosto denso e appiccicoso, utilizzare al limite le fruste per amalgamare bene.

Montare gli albumi a neve fermissima e incorporarli lentamente al composto, fino a farlo diventare liscio e omogeneo.

Preparare lo stampo foderato di carta forno (io ne ho usato uno da 17 cm di diametro), versare metà impasto poi distribuire i lamponi. Ricoprire con il restante composto, livellare bene e cuocere in forno a 170 gradi per circa un'ora, un'ora e dieci minuti, da regolare con il proprio forno.

Sfornare, aspettare una decina di minuti poi capovolgere la torta su una gratella.

Per la farcia:

Mettere due cucchiai di latte di riso in un pentolino e farlo appena scaldare, unire la polvere di agar agar e farla sciogliere, poi versarla in un mixer con il Quark e l'eritritolo. Frullare tutto a ottenere una specie di panna.

Spennellare la torta con il cucchiaio di marmellata, (il gusto che avete o che preferite) e sbriciolare sopra gli amaretti.
Poi distribuire sulla superficie la finta panna e decorare con frutti rossi e foglioline di menta.

Riporre in frigo.

Consigli utili:

Fresco, ricco di proteine, con la cremosità dello yogurt e tanta buona frutta fresca, vi offro una fetta in questo giorno speciale!
Conservatelo in frigo, sapete che l'agar agar assume consistenza man mano che si raffredda quindi assomiglierà veramente a una panna buonissima.
Completare con qualche fogliolina verde di menta, che ci sta sempre bene.

Potete usare anche uno stampo più largo, la torta verrà semplicemente un pò più bassa.
Fare comunque sempre la prova stecchino per vedere se al centro è cotta bene.
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
contattami ora