Pull Apart con mele e uvetta allo zenzero e cardamomo

seguimi su instagram

Dessert - Dolci - Li.Co.Li - Lievitati - Pane - Torte | - - - -

Un pane dal gusto meraviglioso tutto da sfogliare, una fila infinita di quadrati di pasta lievitata alternati alla dolcezza delle mele e dell’uvetta.
La forma simile a una fisarmonica, “pull apart” infatti significa separabile, smontabile, si staccano i pezzi sfoglia per sfoglia oppure si va di fette belle spesse che a inzupparle nel caffè poi ci pensiamo noi, giusto?

Non è un pan brioche poiché la morbidezza è leggermente diversa ma un lievitato pazzesco, un pane divertente da fare e molto scenografico, ricco di frutta e profumo di spezie.
Lo zenzero e il cardamomo conferiscono un sapore che incanta, e regalano emozioni fantastiche al palato a cui è impossibile resistere! Ho scelto volutamente di non mettere la cannella per dare risalto a queste due spezie, ma nulla vieta di aggiungere pure lei se vi piace. E per accompagnare il modo egregio il tutto, ho scelto delle mele succosissime e molto croccanti: le PinkLady mi piacciono tantissimo per la loro consistenza e il risultato è stato proprio fenomenale.
Lo vogliamo preparare insieme?

INGREDIENTI

Per l’impasto:

120 gr di licoli rinfrescato
150 gr di acqua circa
50 gr latte alla mandorla o latte vegetale
350 gr farina per lievitati (io quella Panettone Molino dalla Giovanna)
150 gr farina Manitoba
1 uovo
40 gr eritritolo + 40 zucchero cocco (oppure 80 gr zucchero cocco)
buccia grattugiata di arancia
1 cucchiaino di aroma Spumadoro (si può omettere)
2 cucchiai di olio evo (circa 15 gr)
3-4 gr di sale

Per farcire:

2 mele PinkLady
una manciata di uvetta del Chile
succo di limone
zenzero in polvere
cardamomo in polvere

Per spennellare:

sciroppo d’acero

PROCEDIMENTO

N.B. Tutti gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente.

Rinfrescare il licoli al mattino presto e attendere il raddoppio.

Nella ciotola della planetaria sciogliere il licoli rinfrescato nell’acqua e nel latte di mandorla, poi unire lo zucchero e la buccia d’arancia, l’aroma e mescolare. Aggiungere le farine setacciate, mescolare grossolanamente poi portare in planetaria con il gancio e iniziare a impastare lentamente; aggiungere un pò alla volta l’uovo leggermente sbattuto, impastare e versare a filo anche l’olio fino a farlo assorbire. Fare delle pause in modo da non surriscaldare l’impasto e ogni tanto capovolgerlo nella ciotola per aiutarlo a incordare meglio. Solo alla fine unire il sale, e continuare a impastare finchè l’impasto si aggrappa al gancio e lascia le pareti della ciotola pulite. Sarà scuro per via dello zucchero di cocco e leggermente appiccicoso e corposo. Verificare che la maglia glutinica si sia sviluppata bene poi riporre in una ciotola appena unta di olio, coprire e far partire la lievitazione. Appena comincia a crescere e parte la lievitazione, un centimetro circa, riporre in frigo per 8-10 ore.

Il giorno seguente riprendere e lasciare acclimatare per un pò. Può essere che l’impasto durante la notte non sia cresciuto molto ma voi proseguite, lo farà poi nella seconda lievitazione.

Preparare anche le mele tagliate sottili e raccoglierle in una padella assieme all’uvetta, io ho usato quella gigante del Chile coi chicchi grossi, molto saporita e dolce. Farle appassire con un goccio d’acqua, il succo di limone e con lo zenzero e il cardamomo in polvere; mettetene un bel pò se vi piacciono i gusti decisi e un sapore intenso, con le mele ci stanno benissimo! Non ho messo zucchero perchè le mele e l’uvetta sono già dolcissime ma se volete potete aggiungere un cucchiaio.
Una volta che risulteranno morbide ma non spappolate, spegnere il fuoco e tenere da parte.

Riprendere l’impasto acclimatato, cospargere il piano di lavoro con un pò di farina, ribaltare e stendere a rettangolo con l’aiuto di un mattarello (regolatevi con le misure dello stampo per cui calcolate di stare più o meno della stessa lunghezza mentre per la larghezza calcolate circa i multipli della base). Lavorare velocemente senza scaldare troppo l’impasto, quindi procedere tagliando prima delle lunghe file; su ogni fila di pasta disporre le fette di mela ammorbidite con le spezie e le uvette poi sovrapporle e tagliare a quadrato. Aiutatevi con un tarocco o con una spatola per raccogliere la pile di quadrati da inserire in verticale all’interno dello stampo, perchè essendo ricche di ripieno risulteranno belle farcite.
Man mano quindi adagiare i quadrati col loro ripieno nello stampo da plum cake, io ne ho usato uno in silicone e non c’è stata necessità di imburrarlo. Stringete bene tutti i quadrati in verticale e una volta completato chiudere lo stampo con pellicola o con un sacchetto e riporre al caldo a raddoppiare. Deve aumentare visibilmente, il tempo dipende dipende dalla forza del lievito e dalla temperatura che avete in casa ma quando arriva vicino al bordo prepararsi a cuocere.

Cottura

Infornare a 180 gradi per circa 45 minuti in funzione statica, coprendo se necessario la superficie per non scurire troppo. Lasciare poi qualche minuto in modalità ventilata per completare la cottura, sfornare e trasferire su una gratella. Appena sfornato, quando è ancora caldo, passare subito la superficie con dello sciroppo d’acero utilizzando un pennello; essendo ancora caldo il pane assorbirà lo sciroppo e apparirà bello lucido nonché ricco di profumo!

Vi assicuro che è mega galattico! Imponente e saporito per una colazione ricca e golosa.
E se una mattina volete trasformarlo in una versione più proteica, basta passare una fetta nell’albume e rosolare qualche minuto per lato in padella per trasformarlo in french toast, magari con un cucchiaio di yogurt.
Io l’ho provato ed è buonissimo 😍

Se lo rifate vi aspetto qui e su Instagram al profilo https://www.instagram.com/sonietta_gipsysoul/
Fatemi sapere cosa ne pensate!

Buon pane goloso a tutti voi 😘

Sonia

0 0 vote
Article Rating
Stampa

Portate: 1
Preparazione: 30 minuti circa + i tempi di riposo per la lievitazione
Cottura: 40 minuti circa
Difficoltà: grado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltàgrado di difficoltà

Ingredienti:

  • Per l'impasto: 120 gr di licoli rinfrescato
  • 150 gr di acqua circa
  • 50 gr latte alla mandorla o vegetale
  • 350 gr farina per lievitati
  • 150 gr farina Manitoba
  • 1 uovo
  • 40 gr eritritolo + 40 zucchero cocco (oppure 80 gr zucchero cocco)
  • buccia grattugiata di arancia
  • 1 cucchiaino di aroma Spumadoro
  • 2 cucchiai di olio evo (circa 15 gr)
  • 3-4 gr di sale
  • Per farcire: 2 mele PinkLady
  • una manciata di uvetta del Chile
  • succo di limone
  • zenzero in polvere
  • cardamomo in polvere
  • Per spennellare: sciroppo d'acero

Procedimento:

N.B. Tutti gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente.

Rinfrescare il licoli al mattino presto e attendere il raddoppio.

Nella ciotola della planetaria sciogliere il licoli rinfrescato nell’acqua e nel latte di mandorla, poi unire lo zucchero e la buccia d'arancia, l'aroma e mescolare. Aggiungere le farine setacciate, mescolare grossolanamente poi portare in planetaria con il gancio e iniziare a impastare lentamente; aggiungere un pò alla volta l’uovo leggermente sbattuto, impastare e versare a filo anche l’olio fino a farlo assorbire. Fare delle pause in modo da non surriscaldare l’impasto e ogni tanto capovolgerlo nella ciotola per aiutarlo a incordare meglio. Solo alla fine unire il sale, e continuare a impastare finchè l’impasto si aggrappa al gancio e lascia le pareti della ciotola pulite. Sarà scuro per via dello zucchero di cocco e leggermente appiccicoso e corposo. Verificare che la maglia glutinica si sia sviluppata bene poi riporre in una ciotola appena unta di olio, coprire e far partire la lievitazione. Appena comincia a crescere e parte la lievitazione, un centimetro circa, riporre in frigo per 8-10 ore.

Il giorno seguente riprendere e lasciare acclimatare per un pò. Può essere che l'impasto durante la notte non sia cresciuto molto ma voi proseguite, lo farà poi nella seconda lievitazione.

Preparare anche le mele tagliate sottili e raccoglierle in una padella assieme all'uvetta, io ho usato quella gigante del Chile coi chicchi grossi, molto saporita e dolce. Farle appassire con un goccio d'acqua, il succo di limone e con lo zenzero e il cardamomo in polvere; mettetene un bel pò se vi piacciono i gusti decisi e un sapore intenso, con le mele ci stanno benissimo! Non ho messo zucchero perchè le mele e l'uvetta sono già dolcissime ma se volete potete aggiungere un cucchiaio.
Una volta che risulteranno morbide ma non spappolate, spegnere il fuoco e tenere da parte.

Riprendere l'impasto acclimatato, cospargere il piano di lavoro con un pò di farina, ribaltare e stendere a rettangolo con l’aiuto di un mattarello (regolatevi con le misure dello stampo per cui calcolate di stare più o meno della stessa lunghezza mentre per la larghezza calcolate circa i multipli della base). Lavorare velocemente senza scaldare troppo l’impasto, quindi procedere tagliando prima delle lunghe file; su ogni fila di pasta disporre le fette di mela ammorbidite con le spezie e le uvette poi sovrapporle e tagliare a quadrato. Aiutatevi con un tarocco o con una spatola per raccogliere la pile di quadrati da inserire in verticale all'interno dello stampo, perchè essendo ricche di ripieno risulteranno belle farcite.
Man mano quindi adagiare i quadrati col loro ripieno nello stampo da plum cake, io ne ho usato uno in silicone e non c'è stata necessità di imburrarlo. Stringete bene tutti i quadrati in verticale e una volta completato chiudere lo stampo con pellicola o con un sacchetto e riporre al caldo a raddoppiare. Deve aumentare visibilmente, il tempo dipende dipende dalla forza del lievito e dalla temperatura che avete in casa ma quando arriva vicino al bordo prepararsi a cuocere.

Cottura

Infornare a 180 gradi per circa 45 minuti in funzione statica, coprendo se necessario la superficie per non scurire troppo. Lasciare poi qualche minuto in modalità ventilata per completare la cottura, sfornare e trasferire su una gratella. Appena sfornato, quando è ancora caldo, passare subito la superficie con dello sciroppo d'acero utilizzando un pennello; essendo ancora caldo il pane assorbirà lo sciroppo e apparirà bello lucido nonché ricco di profumo!

Consigli utili:

Imponente e saporito per una colazione ricca e golosa.
E se una mattina volete trasformarlo in una versione più proteica, basta passare una fetta nell'albume e rosolare qualche minuto per lato in padella per trasformarlo in french toast, magari con un cucchiaio di yogurt.
Io l'ho provato ed è buonissimo 😍
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
contattami ora